I robot del futuro sbarcano a NIDays 2012

L’Istituto di Biorobotica della Scuola Sant’Anna di Pisa ospite il 29 febbraio a Roma alla 19a edizione del Forum Tecnologico sulla Progettazione Grafica di Sistemi

01 Febbraio 2012

Sarà l’Istituto di Biorobotica  a dare in prestito due ricercatori di rilievo come Cecilia Laschi e Nicola Vitiello a un’edizione di NIDays che strizza l’occhio alla robotica. Cecilia Laschi, Professore Associato di Bioingegneria Industriale, e membro della commissione consultiva dell’Iee Robotics and Automation Society, sarà infatti l’ospite speciale della Keynote del mattino. Dal palco di NIDays 2012 e al termine della sessione plenaria, Laschi interverrà sulle principali opportunità e sfide tecnologiche della Biorobotica. In particolare, si concentrerà sulle attività di ricerca svolte all’interno del suo gruppo di ricerca, come lo sviluppo di robot animaloidi utili allo studio di sistemi biologici complessi e alla sperimentazione di nuove forme di robotica di servizio, come robot marini dedicati all’esplorazione subacquea e al salvataggio di vite disperse in mare.
Nicola Vitiello, ricercatore dell’Istituto di Biorobotica impegnato sul fronte dell’interazione meccanica tra uomo e robot, presenterà i risultati finora ottenuti nello sviluppo di ‘robot indossabili’ in grado di supportare e riabilitare un paziente, rimpiazzandone eventuali funzionalità motorie andate perdute ma necessarie all’esecuzione di azioni del vivere quotidiano, quali camminare, manipolare oggetti e sollevare carichi. Applicazioni di robotica indossabile simili aprono scenari di grande interesse medico e sociale, specialmente se associate a problemariche largamente diffuse quali il graduale invecchiamento della popolazione o il trattamento di disabilità congenite, da malattia o post-traumatiche temporanee o permanenti. La presentazione di Vitiello si inserisce in una cornice specificatamente orientata alla ricerca e sperimentazione in campo robotico: NI Robotics Summit, il convegno tecnico di NIDays 2012 dedicato alla robotica industriale, ai veicoli autonomi e alla ricerca sperimentale.

(fonte http://www.automazioneindustriale.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *