Archive for frontpage

Notifiche SMS ed e-mail integrano l’offerta del Talk2M di eWON

eWON presenta le nuove funzionalità di notifica della sua rinomata piattaforma software Talk2M, distribuito in Italia da EFA Automazione. Il nuovo sistema assicura tempi di reazione ancora più rapidi in caso di problemi con il PLC, semplificando le comunicazioni tra macchina e costruttore.

Nuove funzionalità di notifica per l'applicazione Talk2M di eWON, la piattaforma che fornisce un tunnel di comunicazione sicuro, basato sul cloud, tra l'utente e il macchinario remoto. "Gli operatori erano già in grado di utilizzare Talk2M per intervenire in caso di problemi e accedere ai PLC in remoto. Con questa nuova funzionalità, compiamo un ulteriore passo avanti. Ora, la macchina può parlare direttamente all'operatore, inviando un'e-mail o un SMS tramite Talk2M. In questo modo si stabilisce una comunicazione bidirezionale tra macchina e operatore", afferma Serge Bassem, CEO di eWON.

efa Talk2mIl nuovo sistema di notifiche fornito tramite Talk2M costituisce un chiaro miglioramento rispetto alla soluzione esistente. "Le macchine collegate a una rete locale saranno in grado di inviare notifiche in modo trasparente a Talk2M, che le ritrasmetterà", continua Serge Bassem.

Le funzioni di notifica e diagnostica non costituiscono di per sé una novità. Tutte queste funzioni erano incluse nella serie di router CD, in cui era possibile anche l'invio di notifiche e-mail tramite router. "Tuttavia vi erano due problemi", spiega Pierre Crokaert, CTO e co-fondatore di eWON. "In primis, gli SMS potevano essere inviati solo tramite un modem dotato di funzionalità SMS; molti router eWON si collegavano a Internet tramite la rete locale, quindi non disponevano di un modem. Le notifiche e-mail, invece richiedevano un server SMTP dedicato".

"Queste funzioni saranno installate di serie in entrambe le versioni (Free + e Pro) di Talk2M", continua Pierre Crokaert. "L'invio di e-mail è completamente gratuito. Per l'invio di SMS, invece, l'utente dovrà pagare in base al piano tariffario del proprio operatore", concludono Serge Bassem e Pierre Crokaert.

In Italia eWON è rappresentata da EFA Automazione, azienda di Cernusco sul Naviglio (MI) che distribuisce diverse soluzioni utili a supportare l'efficienza dell'operatività nell'automazione industriale.

Di recente designata quale distributore esclusivo per l'Italia di tutti i prodotti della gamma eWON, EFA Automazione promuove la diffusione della teleassistenza via internet e di Talk2M tramite una serie di convegni dedicati all'argomento; i prossimi appuntamenti in agenda sono fissati per il 3 ottobre a Bologna e per l'8 novembre a Jesi (AN), maggiori informazioni al riguardo sono reperibili sul sito www.efa.it

Danfoss SolarApp – monitoraggio in tempo reale in tempi record

danfos LLa Danfoss SolarApp permette agli installatori e ai proprietari degli impianti di avere accesso ai dati di produzione in tempo reale, direttamente dall'inverter - sempre e ovunque. Inoltre è molto facile da configurare e da usare.

Scaricare e attivare la Danfoss SolarApp è molto semplice; l'applicazione è progettata per essere usata su smartphone, tablet o browser internet per PC.

Disponibile in AppStore o Google Play (ex Android Market), la SolarApp si attiva creando un nuovo account o accedendo con un account esistente. Gli utenti vengono indirizzati alla "discovery page CLX", dove trovano elencati automaticamente il CLX Home e altre funzioni, comprese la valuta, la lingua e opzioni data/ora.

La Danfoss SolarApp inoltre permette di non avere in casa altri dispositivi, spesso scomodi, per la visualizzazione dei dati, poiché l'interfaccia è già integrata nello smartphone, nel tablet o sullo schermo del PC.

"Dopo aver configurato la SolarApp su uno smartphone, è risultato più veloce scaricare l'applicazione sul PC del mio cliente. Sono apparsi gli stessi dati e opzioni, senza alcuna ulteriore configurazione. Abbiamo proceduto subito con la lettura in tempo reale", dice Udo Dittelbach, amministratore delegato di SWG, Service and Monitoring (consociata di SPR).

Poiché la schermata principale della SolarApp si aggiorna automaticamente ogni minuto, può essere usata efficacemente come un interessante display "live". Una schermata semplice e chiara tiene traccia della produzione, della resa economica e del risparmio di emissioni di CO2, fornendo un resoconto in tempo reale, anziché storico, dei risparmi generati dall'impianto.

"È stato interessante far notare al mio cliente che, durante il breve intervallo necessario per configurare la SolarApp, sono state generate 17 corone danesi di elettricità. È uno strumento veramente convincente sia per i clienti, a conferma delle prestazioni dell'impianto, sia per gli installatori o gli agenti di vendita, come dimostrazione per i nuovi clienti dei risparmi in tempo reale, basata su dati immediati di altri impianti installati nelle vicinanze", osserva Udo Dittelbach.

La Danfoss SolarApp è progettata per essere usata con gli accessori CLX Home, CLX Home GM, CLX Standard e CLX Standard GM.

website www.danfoss.com/Italy

Il sistema di controllo NI basato su FPGA per Smart-Grid

NationalIIl sistema di controllo NI basato su FPGA rivoluziona la commercializzazione di elettronica di potenza per Smart-Grid.

National Instruments ha annunciato il controller NI Single-Board RIO GPIC che fornisce un'architettura standard RIO per sistemi di conversioni di potenza legati alla rete con una toolchain completa di progettazione di sistemi NI LabVIEW che riduce abbondantemente il costo e il rischio nella progettazione di sistemi embedded. Questo prodotto è il frutto di continui investimenti in ambito R&S per rivoluzionare la progettazione, il collaudo e la produzione su larga scala di nuovi sistemi digitale di conversione dell'energia. Il nuovo sistema fornisce un insieme standard di canali analogici e digitali di I/O e 58 DSP core embedded nel tessuto FPGA per far fronte a specifici bisogni di controlli, I/O, prestazioni e costi di molte applicazioni elettroniche di potenza per smart grid, incluso la convesione DC-a-AC, AC-a-DC, DC-a-DC e AC-a-AC per sistemi di trasmissione flessibili AC, generazione di energia rinnovalibe, stoccaggio energetico e applicazioni con regolatori di frequenza.

Caratteristiche di NI Single-Board RIO GPIC

- Sistema embedded prevalidato, deployment-ready con un insieme completo di canali di I/O digitali e analogici per lo sviluppo rapido di sistemi di controllo elettronico di potenza basati su FPGA

- Toolchain completa di progettazione grafica di sistemi con simulatore di circuiti elettronici di potenza ad alta fedeltà per lo sviluppo rapido e la verifica di algoritmi di controllo su LabVIEW FPGA definiti dall'utente.

- Chip FPGA Xilinx Spartan-6 con 58 DSP core hardware paralleli che supera i tradizionali DSP dual-core di 40x, 24x e 10x, in termini di dollari, chip e watt rispettivamente

- Processore embedded PowerPC da 400 MHz con sistema operativo real-time VxWorks che supporta i protocolli di networking su smar-grid DNP3, IEC 60870-5 e IEC 61850, standard di datalogging COMTRADE (IEEE 37.111) a bordosched e standard trifase IEC, EN e IEEE per analisi delle qualità di potenza.

Vantaggi di NI Single-Board RIO GPIC

- Il nuovo NI Single-Board RIO General Purpose Inverter Controller (GPIC) permette un nuovo approccio alla progettazione di sistemi embedded per lo sviluppo rapido di sistemi digitale avanzati di conversione dell'energia riconfigurabili sul campo.

- La piattaforma di progettazione grafica di sistemi di alto livello e il sistema di controllo ad I/O riconfigurabile (RIO) basato su FPGA permette alle aziende di interiorizzare i progetti anche in mancanza di conoscenze di linguaggi a livello di registro quali Verilog e VHDL

"Gli strumenti di programmazione NI permettono a tecnici e ingegneri di programmare la strategia di controllo a livello FPGA, che rappresenta la chiave verso il futuro," ha detto il Dr. Bill Kramer, responsabile R&S per la tecnologia di integrazione nei sistemi a energia presso il National Renewable Energy Laboratory. "Pensare di essere in grado di scrivere diverse strategie di controllo che eseguono in parallelo per creare una nuova elettronica di potenza in grado di essere riconfigurata a livello hardware dopo anni di sviluppo sulla rete."

website italy.ni.com

Emerson introduce importanti innovazioni nei sistemi di sicurezza per applicazioni di processo

emerson LNuove tecnologie permettono una maggiore attenzione alle esigenze degli impianti. Emerson Process Management ha introdotto tre nuove tecnologie per ridurre la complessità nella gestione della sicurezza dei siti produttivi

Le tre iniziative riguardano:

- Il sistema di controllo DeltaV SIS™ con tecnologia CHARM I/O approvata TÜV

- Il sistema di protezione da sovravelocità CSI 6300 certificato TÜV

- Il posizionatore di valvola digitale DVC 6200 SIS certificato TÜV

Queste nuove tecnologie sono un ulteriore passo in avanti di Emerson Process Management nel miglioramento continuo delle prestazioni di sicurezza dei propri clienti, con un approccio che copre tutti i loop dei sistemi di sicurezza.

Le aziende di processo devono affrontare nuove sfide causate dalla continua perdita di competenze e di personale esperto che, una volta ritiratosi dal lavoro, è sovente sostituito da nuove persone poco esperte che hanno la necessità di essere coadiuvate da una tecnologia evoluta. Emerson Process Management ha risposto a queste esigenze riducendo l'hardware e le necessità di design richieste per effettuare uno startup rapido ed efficace, introducendo la tecnologia di protezione delle macchine critiche ed incrementando la diagnostica ed affidabilità degli elementi di controllo finale.

Il sistema DeltaV SIS include le due comprovate tecnologie del DeltaV Logic Solver e DeltaV CHARM I/O introdotte nel 2009. Il risultato è una facilitazione del design dei sistemi di sicurezza, la semplificazione dell'esecuzione dei progetti ed una maggiore flessibilità nell'ingegneria.

Il sistema CSI 6300 è ideato per proteggere le apparecchiature rotanti critiche, tipicamente pompe, compressori o turbine, da eventuali condizioni di avviamento improprie o da sovravelocità. La soluzione rileva la velocità rotazionale dell'apparecchiatura ed agisce per bloccarla quando essa raggiunge il livello limite di sicurezza. Questa tecnologia permette di evitare danni o rischi per il personale operativo che si potrebbero verificare quando, ad esempio, i carichi di lavoro variano repentinamente. Il CSI 6300 ulteriormente è in grado di rilevare se la direzione di rotazione non è corretta, una condizione che può verificarsi durante gli avviamenti. E' l'unico prodotto disponibile ad oggi ad essere conforme con i più recenti standard industriali.

Il posizionatore di valvola DVC6200 SIS estende l'utilizzo della comprovata tecnologia di controllori Fisher® DVC ai loop di sicurezza. Il nuovo modulo è stato certificato nella sua totalità dal TÜV per applicazioni di sicurezza. Il DVC6200 è dotato di diagnostica che è in grado di rilevare durante il funzionamento un'elevata percentuale di guasti potenziali. Grazie ad un test di spostamento parziale, il DVC6200 è in grado di determinare se la valvola è bloccata in apertura, ha una coppia inadeguata, è troppo lenta, ha un attrito troppo elevato oppure se lo stelo è rotto. Determinando lo stato di salute dell'apparecchiatura sulla base di analisi periodiche il posizionatore permette di effettuare la manutenzione dell'elemento di controllo finale sulla base di azioni prioritizzate.

website www2.emersonprocess.com/it-IT

Jetter: ISO-Designer: nuovo, con simulazione

ma software iso-designer huellecd pr 2 midresQuesta nuovissima versione del design tool della Jetter AG permette di simulare sullo schermo le maschere di comando e gli eventi.

Il designer di visualizzazione non puo ricorrere sempre a un hardware per osservare e testare le maschere di comando e le maschere softkey.

Il design tool di recente sviluppo per maschere a conformità ISO.

ISO-Designer  rende possibile, con la nuova versione 3.3, una simulazione direttamente sullo schermo.

Al tempo stesso viene visualizzato il formato selezionato per la maschera di comando. L'utente può farsi un'idea della futura immagine dei grafici sul display.

Anche gli eventi azionati mediante softkeys o mediante oggetti dinamici possono essere simulati e testati.

Nella nuova versione sono state integrate ulteriori funzioni, che facilitano la vita del progettista informatico. Vengono ad esempio inserite, come proprietà degli oggetti, linee, polilinee e polinomi, oltre che coordinate x e y, le quali possono essere direttamente modificate e ampliate. Se l'utente sposta il mouse sulla maschera, nella riga di stato viene ora visualizzato il valore cromatico sottostante dell'oggetto, con notazione RVB.

Un ulteriore comfort della nuova caratteristica: è possibile selezionare più immagini contemporaneamente e inserirle in una maschera.

La versione dimostrativa di ISO-Designer può essere scaricata da subito dal sito www.iso-designer.de.

Softing: PROFIBUS-Diagnostics Suite 2.10 with extended Functionality

profibus-diagnostics-suite-210-with-extended-functionality-P368561Softing introduces the new Version 2.10 of its PROFIBUS Diagnostics Suite which comprises numerous functional enhancements.

The integrated oscilloscope now offers a separate presentation of the individual levels of line A and B against GND besides the determination of their differential signal. Furthermore, the trigger and scale options were significantly enlarged and the sampling rate can now be changed. Through optimizing the measuring algorithm, the time to determine the actual topology was remarkably reduced. An easy to understand bar graph indicates the progress of the measurement. The trend measuring was improved and now offers an overview which considers all nodes on the network in addition to the single-node evaluation. From May 15, 2012, users of Softing’s PROFIBUS-Tester can download the software update from the Softing website free of cost.

 

web http://industrial.softing.com/

Lantech Communications is launching new converter series

lantech-communications-is-launching-new-converter-series-P371775Lantech Communications is launching a new converter series with a 16 slot chassis. The Lantech MC-116-RPS chassis is a universal chassis which allows mixed installation of managed and unmanaged converters, it provides one installed power and an extra power slot for redundancy as well as three hot-swappable fans. There are various modules to satisfy the demand of users, which include Fiber converter series (CM-011A) and Gigabit converter series (CM-121).
All the converters and redundant power supply supports plug-and-play and hot-swappable features which allow user to plug or pull out the converters/ redundant power supply without rebooting the chassis. The MC-116-RPS can also be mounted in a standard 19-inch rack.
Lantech CM-011A-SC/ST/WDM fiber converters are used in extending the transmitting distance which is fully compliant with the IEEE 802.3 & 802.3u standards.

Lantech CM-011A supports switch mode and pure converter mode. 4 DIP switches are to adjust transmitting mode and Link Loss Forwarding (LLF) feature. The MDI/MDI-X function can automatically detect the required cable connection type and configure the connection appropriately.
Lantech provides various modules to satisfy the demand of users include WDM/SC/ST multi mode and single mode (30/60km) interfaces. Each unit may be powered by an external power supply – or within the MC-116-RPS chassis.

 

website http://www.lantechcom.eu/

Festo: Controllore compatto CECC

controllore-compatto-cecc-P371497Attuatori elettrici o pneumatici: CECC per il semplice controllo di compiti semplici
Dispositivo individuale o integrabile tramite CoDeSys V3

Programmazione e navigazione secondo lo standard IEC 61131-3
Ibrido:

regola gli attuatori elettrici e pneumatici direttamente con il master

CANopen e l'IO-Link integrato e collega le unità di valvole


Comunicazione: ProfiNet, Ethernet IP e Modbus TCP

 facilità di integrazione in sistemi superiori Interfaccia USB

website http://www.festo.com/

B&R:La nuova generazione di Automation Studio: non soltanto efficiente, ma smart!

BuR AS_4_Smart_Engineering_rdax_250x149Con Automation Studio 4, B&R ha tracciato un
percorso completamente nuovo per una progettazione
intelligente, o Smart Engineering.
Tante funzioni automatizzate, una modellazione
strutturata e aderente alla vita reale di un progetto,
un sofisticato controllo di versione, il supporto di
progetti condivisi e una integrazione nativa della
programmazione in linguaggi a oggetti portano lo
sviluppo di programmi a un livello di efficienza mai
visto.

"L’unica via, per un sistema di sviluppo, di avere successo nel tempo, è fornire agli sviluppatori un

modo semplice di gestire programmi sempre più complessi.” Spiega il Dr. Hans Egermeier, manager

della Business Unit Automation Studio in B&R. Per questo motivo il team B&R collabora con diversi

esperti di usabilità del software per essere certi che Automation Studio risponda anche agli importanti

requisiti di usabilità.

Lo sviluppo parallelo accelera il time to market

La modularizzazione dei progetti è uno dei punti forti di Automation Studio 4. Grazie a questa qualità,

un progetto può essere facilmente suddiviso in parti più piccole, organizzate in una architettura più

comprensibile e rappresentativa del sistema reale. Un programma così strutturato è meglio gestibile

da chi sviluppa, modifica e mantiene in efficienza il codice e le configurazioni.

Questa suddivisione consente anche di sviluppare in maniera totalmente indipendente i diversi

moduli, impiegando più sviluppatori che lavorano in parallelo, supportati da un nuovo potente controllo

di versione integrato, che garantisce stabilità e consistenza al progetto.

La configurazione hardware è spesso il primo passo nello sviluppo di un sistema e, grazie al nuovo

System Designer di Automation Studio, questo avviene semplicemente organizzando a schermo delle

immagini realistiche dei componenti hardware. L’impostazione automatica dei parametri di

configurazione permette, in questa fase, di risparmiare una enorme quantità di tempo, oltre a

prevenire errori nella configurazione.

Il supporto meccatronico diventa uno standard

Per avere uno sviluppo armonioso e coerente della parte meccanica, elettrica e software di un

sistema, Automation Studio 4 integra un’interfaccia con EPLAN Electric P8, che consente di

sincronizzare i progetti ECAD con la configurazione hardware in Automation Studio.

Altre interfacce simili per programmi di simulazione rendono invece possibile verificare e convalidare

i risultati dello sviluppo o, viceversa, utilizzare i dati di simulazione come punto di partenza per la

progettazione del sistema.

Grazie alla comunicazione standard via OPC Unified Architecture è garantita la compatibilità con

numerosi sistemi di terze parti, mentre il supporto diretto che sfrutta le tecnologie Web semplifica lo

sviluppo delle parti di visualizzazione, il monitoraggio del processo e la diagnostica da remoto.

 

Linguaggi di programmazione e template più furbi

La presenza di funzioni evolute per la programmazione a oggetti in C++ rende l’utilizzo di classi e

oggetti davvero conveniente. Un editor intelligente usa librerie di funzioni e sezioni di codice già

disponibili nel programma per fornire suggerimenti dipendenti dal contesto.

Inoltre, durante lo sviluppo, la disponibilità di modelli di visualizzazione accelera sensibilmente lo

sviluppo delle interfacce operatore.

"Automation Studio 4 aiuta non solo a creare architetture software ben strutturate all’inizio dello

sviluppo, ma risulta provvidenziale anche nelle successive fasi, quando si progettano varianti e

opzioni, oppure durante la manutenzione. – dice Egermeier – Le sue capacità forniscono un ottimo

supporto per realizzare in modo rapido e semplice soluzioni software sostenibili.”

website http://www.br-automation.com

La sicurezza non è mai troppa

La diga di Deriner, uno dei maggiori invasi artificiali d'Europa, è fra le più sicure grazie all'idraulica Rexroth

diga Bosch

Le otto paratoie di scarico centrali sono orientate simmetricamente, in modo che i flussi d’acqua confluiscano sopra il bacino di raccolta.

249 m di altezza, 720 di lunghezza, più di 3,5 milioni di metri cubi di calcestruzzo sono i numeri impressionanti della diga di Deriner in Turchia. Cuore del progetto è una centrale idroelettrica sotterranea: quattro enormi turbine genereranno 2.100 gigawattora di energia elettrica, corrispondenti al consumo annuo di una città da un milione di abitanti. Per raggiungere tale potenza verranno raccolti nell'invaso quasi dieci miliardi di litri d'acqua. In un progetto così, la sicurezza è l'aspetto primario.

Due grandi paratoie radiali con azionamenti Rexroth, che conducono l'acqua in eccesso nel bacino di raccolta ai piedi dell'argine assicurano il controllo delle piene. Inoltre, per inondazioni eccezionali, nella struttura principale della diga sono incorporate quattro paratoie di scarico centrali, che possono affrontare un volume di circa 7.000 m3 al secondo. Le aperture sono orientate simmetricamente, per far confluire gli otto flussi d'acqua sopra la superficie del bacino di raccolta, riducendo l'impeto dell'acqua in deflusso.

Bosch Rexroth si è incaricata della soluzione delle paratoie di scarico centrali e delle due radiali. Nella progettazione degli azionamenti idraulici, una grande sfida sono stati gli azionamenti di apertura per le imponenti paratoie di scarico centrali, che misurano ciascuna 2,8 m per 5,6 e pesano 24 t : gli azionamenti devono funzionare in sincronia e con grande precisione, in modo da aprire e chiudere le paratoie simultaneamente. In tal modo, i flussi d'acqua confluiscono sopra il bacino di raccolta, scaricando la loro energia.

I progettisti hanno trovato una soluzione su misura con una caratteristica su tutte: i cilindri di azionamento delle paratoie di scarico centrali sono installati verticalmente e sono realizzati in uno speciale acciaio leggero per essere calati in loco da una speciale gru a cavo, dalla portata limitata di 30 t. Per poter liberare o chiudere quest'ulteriore controllo delle piene, è imprescindibile la sincronizzazione fra le paratoie e il sistema di controllo. Per questo, all'interno dell'argine ogni comando di azionamento è trasmesso da una rete a fibre ottiche. 

website www.boschrexroth.it

Panasonic Electric Works: FP Web Designer: visualizzazione dati in Internet

FP Web Designer è un editor di immediato utilizzo che consente in modo semplice la creazione delle pagine Web anche a coloro che hanno poca familiarità con la programmazione HTML, PHP...

... Javascript o JAVA e di visualizzare i dati di processo elaborati e raccolti dal modulo FP Web Server.

Nella recente release dell' FP Web Designer 6.10 sono disponibili nuove funzionalità applicative che rendono lo strumento ancora più "user friendly" e flessibile per gli utenti:

 

  • Supporto di strumenti wizard (creazione automatica della pagine, procedura di accesso tramite Login, multilingua, personalizzazione degli oggetti);
  • Supporto grafica vettoriale .svg e formato immagini .png;
  • Nuovo design in degli oggetti grafici;
  • Personalizzazione degli oggetti grafici;
  • Nuove librerie grafiche;

 

Le immagini di processo generate (scaricate nel modulo FP WEB Server) possono essere visualizzate e monitorate tramite i più comuni browser Internet da un PC connesso ad una rete LAN o WAN oppure dai dispositivi quali iPad e/o Smartphone (per es. iPhone) mediante un App dedicata.

 

website http://www.panasonic-electric-works.it

Omron: La piattaforma di automazione Sysmac espande la sua scalabilità con le CPU NJ a 4 e 8 assi

464Dopo il lancio della piattaforma Sysmac avvenunto nel luglio 2011, Omron Industrial Automation espande la linea dei suoi machine controller della serie NJ3 che comprende 2 CPU, a 4 e 8 assi, offrendo così piena compatibilità e scalabilità da 4 a 64 assi.

La serie NJ3 è completamente compatibile con i machine controller NJ5, usando lo stesso "tool" di programmazione e configurazione - Sysmac Studio - ha le stesse reti integrate EtherCAT per il machine controller e EtherNet I/P per la fabbrica: come la serie NJ5 anche la NJ3 impiega l'ultimo processore embedded di Intel offrendo tutti i vantaggi dell'archittettura della piattaforma Sysmac.

Questa espansione della famiglia Sysmac permette di utilizzare l'archittettura in sistemi di automazione che variano da un limitato a un elevato numero di assi tipico delle grandi macchine. Sysmac è una soluzione intelligente per la costruzione di macchine modulari.

Automazione delle macchine completa e solida

Il nuovo machine controller NJ301 per il controllo fino a 4 e 8 assi, amplia la serie NJ, un sistema hardware completamente riprogettato dotato di un potente processore Intel® Atom™ ben collaudato per ambienti difficili, la cui versatilità consente di poter passare da una struttura rigida basata su ASIC a un design incentrato sul software, completamente adattabile. Questa tecnologia ultra compatta, leader nel settore, offre la massima flessibilità senza compromettere in alcun modo l'affidabilità e la robustezza tradizionali che ci si aspetta dai PLC di Omron.

OS in tempo reale

L'hardware serie NJ è stato progettato per adattarsi facilmente alle richieste sempre più mutevoli di un controller di automazione delle macchine. Un sistema tipico costruito intorno a un circuito integrato specifico di un'applicazione può risultare difficile da migliorare e modificare. La serie NJ utilizza il comprovato processore Intel® Atom™ per consentire miglioramenti in tempo reale dei componenti principali del sistema. Questa adattabilità rappresenta una garanzia per il futuro per un sistema oggi leader nel settore in termini di tecnologia e trend di automazione.

Caratteristiche principali:

 

  • Funzioni di controllo del movimento avanzate
  • Prestazioni della CPU
  • Risposta rapida alle esigenze dei clienti
  • Soluzioni di applicazione esclusive

 

Website www.omron-industrial.it

 

Lenze: Maggiore potenza fuori dal quadro di comando

maggiore-potenza-fuori-dal-quadro-di-comando-P368281Azionamenti decentrati della Lenze: 8400 motec adesso fino a 7,5 kW

Tre nuove classi di potenza, un'unica forma costruttiva: Lenze ha conferito maggiore potenza agli Inverter Drives 8400 motec. I robusti motoinverter realizzati con grado di protezione IP65, oltre all'attuale gamma da 0,37 a 3 kW, adesso sono disponibili anche con 4, 5,5 e 7,5 kW. In combinazione con i motoriduttori formano un'unità meccatronica completa che grazie alla sua forma robusta e compatta permette un'installazione ottimale direttamente nell'impianto, al di fuori del quadro di comando.

Facili applicazioni di sollevamento nel campo dell'intralogistica, compressori, pompe e ventilatori sono quattro delle tipiche applicazioni alle quali Lenze punta prevalentemente con l'espansione della serie di inverter. Il diretto collegamento ad esempio a PROFINET ed EtherCAT per mezzo di interfaccia plug-in consente di integrare gli Inverter Drives 8400 motec facilmente in linea nel sistema di controllo. Ed anche la messa in servizio risulta facilissima, perfino senza PC collegato. Basterà impostare in loco i DIP-switch e collegare un potenziometro. La memorizzazione dei parametri avviene infine sul modulo di memoria plug-in degli Inverter Drives 8400 motec. La tecnologia di sicurezza drive-based - con la funzione Safe Torque Off (STO) - è disponibile opzionalmente.

Un highlight in termini di efficienza energetica è rappresentato dalla funzione "VFC eco"-Mode che adatta la corrente di magnetizzazione del motore in maniera ottimale alle condizioni di carico, permettendo in tal modo notevoli risparmi di energia nel funzionamento a carico parziale. E per completare le possibilità degli Inverter Drives 8400 motec questi possono essere combinati con i motori trifase MF L-force per formare un "drive package" completo ed efficiente. Un vantaggio essenziale della soluzione decentrata risulta dall'innovativo principio costruttivo dei motori MF. Ottimizzati per l'utilizzo con gli inverter, a parità di potenza questi motori presentano dimensioni d'ingombro fino a due misure inferiori, raggiungono un'elevata efficienza energetica ed un'ampia gamma di velocità. Inoltre, si distinguono per la loro dinamica paragonabile ai servomotori.

 

website http://www.lenze.com/

Seneca: Sistema di allarme e controllo GSM

sistema-di-allarme-e-controllo-gsm-P364155MyALARM GSM è un dispositivo GSM creato per telecontrollare abitazioni, edifici, impianti, macchine di produzione attraverso semplici comandi inviati con messaggi in formato SMS. Con qualsiasi telefonino o smartphone è possibile comandare l’accensione e lo spegnimento della caldaia, attivare un contatto ecc. Il dispositivo ha all’interno un modulo GSM che si comporta come un qualsiasi terminale telefonico su rete cellulare.

 

COMMANDI/ SISTEMA DI NOTIFICA
• Comandi remoti tramite squillo & SMS
• Notifica allarme tramite SMS / Squillo
• SMS bidirezionali (Allarmi & Commandi)

GESTIONE ALLARMI
• Tipo: SMS
• Allarme su mancanza tensione
• Allarme per contatori e totalizzatori
• Alarme su misura temperatura (sensore integrato)

 

FUNZIONI SPECIALI
• Fino a N.16 comandi SMS rapidi per eseguire qualche azione
• Termostato per controllo riscaldamento/refrigerazione
• Alarme su contatore giornaliero/settimanale/mensile
• Avviso per esecuzione comando
• Temporizzatori per azioni ricorrenti o predefinite ad un certo giorno/ora

 

DETTAGLI TECNICI
• Comunicazione GSM
• Sensore di temperatura integrato
• N.4 Ingressi Digitali
• N.4 Contatori (@32 bit, max 10 Hz)
• N.4 Totalizzatori (@ 32 Bit)
• N.2 Uscite Digitali

 

website http://www.seneca.it/

Lenze: Panel Controller come soluzione all-in-one

panel-controller-come-soluzione-all-in-one-P368275Potente piattaforma hardware di Lenze per applicazioni di visualizzazione e controllo

Alla Fiera di Hannover 2012 Lenze presenta ben tre apparecchi della nuova famiglia di Panel Controller p500. Sono basati sulla comprovata architettura del Controller 3200 C, ma dotati di un display TFT con tecnologia touch-screen (da 7, 10,4 o 15 pollici). La serie di Panel Controller p500 non richiede manutenzione ed è particolarmente robusta, risultando quindi ideale per un utilizzo come piattaforma di visualizzazione e controllo vicina ai macchinari. La combinazione del Panel Controller p500 con il software avanzato per controllo, motion e visualizzazione di Lenze nonché con un portafoglio di prodotti adatti permette all'utente di realizzare sistemi di automazione impiegabili sia in architetture centralizzate che decentrate.

Un processore da 1,6 GHz appartenente alla famiglia Atom™ di Intel® assicura la grande potenza di calcolo. Un gigabyte di memoria di lavoro interna, due gigabyte di memoria flash che sostituiscono l'hard disk convenzionale ed uno slot per schede SD per i dati applicativi trasformano il p500 in un'efficiente soluzione All-in-one per esigenti applicazioni di visualizzazione, all'occorrenza equipaggiabile con un Soft PLC. Questi controller senza ventilatore, realizzati appositamente con grado di protezione IP65 (frontale) per l'impiego in prossimità dei macchinari, sono particolarmente compatti e robusti contro urti e vibrazioni. In più, grazie all'utilizzo di un condensatore SuperCap al posto dell'usuale batteria buffer dell'orologio interno di fatto non richiedono manutenzione. Un'altra particolarità del Panel Controller p500 è il gruppo di continuità integrato esente di manutenzione che in caso di interruzione dell'alimentazione salva automaticamente i dati Retain. In caso di necessità il gruppo di continuità interno potrà essere ampliato anche con uno esterno.

Il Panel Controller è dotato di serie di due interfacce Ethernet da 100 Mbit con switch integrato, di un'interfaccia EtherCAT (master) e di due porte USB. Uno slot permette inoltre di espandere gli apparecchi con schede di comunicazione (ad es. CAN, PROFIBUS Slave). La struttura modulare dei nuovi apparecchi consente di realizzare facilmente e rapidamente interfacce operatore in funzione delle specifiche esigenze dei clienti.